Liturgia delle Ore - Ora Media

TEMPO DI AVVENTO - 20 DICEMBRE

ORA MEDIA
 

V. O Dio, vieni a salvarmi.
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
 

TERZA Inno
L'ora terza risuona
nel servizio di lode:
con cuore puro e ardente
preghiamo il Dio glorioso.

Venga su noi, Signore,
il dono dello Spirito,
che in quest'ora discese
sulla Chiesa nascente.

Si rinnovi il prodigio
di quella Pentecoste,
che rivel˛ alle genti
la luce del tuo regno.

Sia lode al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo,
al Dio trino e unico,
nei secoli sia gloria. Amen.
 

Oppure:

Certum tenÚntes ˇrdinem,
pio posc
ßmus pÚctore
hora diÚi tÚrtia
trinae virt
˙tis glˇriam,
 
Ut simus habit
ßculum
illi Sancto Spir
Ýtui,
qui quondam in ap
ˇstolis
hac hora distrib
˙tus est.
 
Hoc gradiÚnte
ˇrdine,
orn
ßvit cuncta splÚndide
regni caelÚstis c
ˇnditor
ad nostra aetÚrna praemia.
 
Deo Patri sit gl
ˇria
eiusque soli F
Ýlio
cum Sp
Ýritu Parßclito,
in sempitÚrna saecula. Amen.

   
SESTA Inno
L'ora sesta c'invita
al servizio divino:
inneggiamo al Signore
con fervore di spirito.

In quest'ora sul Golgota,
vero agnello pasquale,
Cristo paga il riscatto
per la nostra salvezza.

Dinanzi alla sua gloria
anche il sole si oscura:
risplenda la sua grazia
nell'intimo dei cuori.

Sia lode al Padre e al Figlio,
e allo Spirito Santo,
al Dio trino ed unico
nei secoli sia gloria. Amen.


Oppure:
Dicßmus laudes Dˇmino
fÚrvÚnte prompti sp
Ýritu;
hora vol
˙ta sÚxies
nos ad or
ßndum prˇvocat. 

In hac enim fidÚlibus
verae sal
˙tis glˇria
be
ßti Agni hˇstia
crucis virt
˙te rÚdditur.

Cuius luce clar
Ýssima
tenÚbricat mer
Ýdies,
sum
ßmus toto pÚctore
tanti splend
ˇris grßtiam

Deo Patri sit gl
ˇria
ei
˙sque soli FÝlio
cum Sp
Ýritu Parßclito,
in sempitÚrna saecula. Amen.


NONA Inno
L'ora nona ci chiama
alla lode di Dio:
adoriamo cantando
l'uno e trino Signore.

San Pietro che in quest'ora
salý al tempio a pregare,
rafforzi i nostri passi
sulla via della fede.

Uniamoci agli apostoli
nella lode perenne
e camminiamo insieme
sulle orme di Cristo.

Ascolta, Padre altissimo,
tu che regni in eterno,
con il Figlio e lo Spirito
nei secoli dei secoli. Amen.

 
Oppure:

Ternis horßrum tÚrminis
vol
˙tis dante Dˇmino,
trinum perfÚcte et
˙nicum
ipsum dev
ˇti psßllimus.

Sacrum Dei mystÚrium
puro tenÚntes pÚctore,
Petri magistri rÚgula
signo salutis pr
ˇdita,

Et nos psall
ßmus spÝritu,
haerÚntes sic ap
ˇstolis,
ut plantas adhuc dÚbiles
Christi virt
˙te dÝrigant.

Deo Patri sit gl
ˇria
ei
˙sque soli FÝlio
cum Spiritu Par
ßclito,
in sempitÚrna saecula. Amen.

 
TERZA Antifona
I profeti l'avevano annunziato:
il Salvatore nascerÓ dalla Vergine Maria.

SESTA Antifona

L'angelo Gabriele disse a Maria:
Ave, piena di grazia, il Signore Ŕ con te;
tu sei benedetta fra le donne.

NONA Antifona

Maria rispose: Che vuol dire il tuo saluto?
E' turbato il mio spirito.
Io sar˛ la madre del Re,
rimanendo intatta nella mia verginitÓ.

 
SALMO 118, 137-144   XVIII  (Sade)
Tu sei giusto, Signore, *
e retto nei tuoi giudizi.
Con giustizia hai ordinato le tue leggi *
e con fedeltÓ incomparabile.

Mi divora lo zelo della tua casa, *
perchÚ i miei nemici dimenticano le tue parole.
Purissima Ŕ la tua parola, *
il tuo servo la predilige.

Io sono piccolo e disprezzato, *
ma non trascuro i tuoi precetti.
La tua giustizia Ŕ giustizia eterna *
e veritÓ Ŕ la tua legge.

Angoscia e affanno mi hanno colto, *
ma i tuoi comandi sono la mia gioia.
Giusti sono i tuoi insegnamenti per sempre, *
fammi comprendere e avr˛ la vita.

Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo. 
Come era nel principio, e ora e sempre, *
nei secoli dei secoli. Amen.


SALMO 87, 2-8  (I)  Preghiera di un uomo gravemente malato
Questa Ŕ la vostra ora, Ŕ l'impero delle tenebre (Lc 22,53).


Signore, Dio della mia salvezza, *
davanti a te grido giorno e notte. 
Giunga fino a te la mia preghiera, *
tendi l'orecchio al mio lamento. 

Io sono colmo di sventure, *
la mia vita Ŕ vicina alla tomba. 
Sono annoverato tra quelli che scendono nella fossa, *
sono come un uomo ormai privo di forza. 

E' tra i morti il mio giaciglio, *
sono come gli uccisi stesi nel sepolcro, 
dei quali tu non conservi il ricordo *
e che la tua mano ha abbandonato. 

Mi hai gettato nella fossa profonda, *
nelle tenebre e nell'ombra di morte. 
Pesa su di me il tuo sdegno *
e con tutti i tuoi flutti mi sommergi.

Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo. 
Come era nel principio, e ora e sempre, *
nei secoli dei secoli. Amen.

SALMO 87, 9-19   (II)  Preghiera di un uomo gravemente malato
Questa Ŕ la vostra ora, Ŕ l'impero delle tenebre (Lc 22,53).


Hai allontanato da me i miei compagni, *
mi hai reso per loro un orrore. 
Sono prigioniero senza scampo; *
si consumano i miei occhi nel patire.

Tutto il giorno ti chiamo, Signore, *
verso di te protendo le mie mani. 
Compi forse prodigi per i morti? *
O sorgono le ombre a darti lode? 

Si celebra forse la tua bontÓ nel sepolcro, *
la tua fedeltÓ negli inferi? 
Nelle tenebre si conoscono forse i tuoi prodigi, *
la tua giustizia nel paese dell'oblio? 

Ma io a te, Signore, grido aiuto, *
e al mattino giunge a te la mia preghiera. 
PerchÚ, Signore, mi respingi, *
perchÚ mi nascondi il tuo volto? 

Sono infelice e morente dall'infanzia, *
sono sfinito, oppresso dai tuoi terrori. 
Sopra di me Ŕ passata la tua ira, *
i tuoi spaventi mi hanno annientato, 

mi circondano come acqua tutto il giorno, *
tutti insieme mi avvolgono. 
Hai allontanato da me amici e conoscenti, *
mi sono compagne solo le tenebre.

Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo. 
Come era nel principio, e ora e sempre, *
nei secoli dei secoli. Amen.

  
TERZA Antifona
I profeti l'avevano annunziato:
il Salvatore nascerÓ dalla Vergine Maria.

SESTA Antifona

L'angelo Gabriele disse a Maria:
Ave, piena di grazia, il Signore Ŕ con te;
tu sei benedetta fra le donne.

NONA Antifona

Maria rispose: Che vuol dire il tuo saluto?
E' turbato il mio spirito.
Io sar˛ la madre del Re,
rimanendo intatta nella mia verginitÓ.


Alle altre Ore salmodia  complementare


TERZA Lettura Breve
  Ger 23, 5
Ecco, verranno giorni Ś dice il Signore Ś nei quali susciter˛ a Davide un germoglio giusto, che regnerÓ da vero re e sarÓ saggio ed eserciterÓ il diritto e la giustizia sulla terra.

V. Le nazioni temeranno il tuo nome, Signore;
R. la tua gloria, tutti i re della terra.

SESTA Lettura Breve   Ger 23, 6
Nei suoi giorni Giuda sarÓ salvato e Israele starÓ sicuro nella sua dimora; questo sarÓ il nome con cui lo chiameranno: Signore-nostra-giustizia.

V. Per la tua benevolenza, Signore, ricordati di noi,
R. vieni a visitarci con la tua salvezza


NONA Lettura Breve
   Ez 34, 15-16
Io stesso condurr˛ le mie pecore al pascolo e io le far˛ riposare. Oracolo del Signore Dio. Andr˛ in cerca della pecora perduta e ricondurr˛ all'ovile quella smarrita; fascer˛ quella ferita e curer˛ quella malata, avr˛ cura della grassa e della forte; le pascer˛ con giustizia.

V. Vieni, Signore, non tardare:
R. libera dal peccato il tuo popolo.


Orazione

Tu hai voluto, Padre, che all'annunzio dell'angelo la Vergine immacolata concepisse il tuo Verbo eterno, e avvolta dalla luce dello Spirito Santo divenisse tempio della nuova alleanza: fa' che aderiamo umilmente al tuo volere, come la Vergine si affid˛ alla tua parola. Per il nostro Signore.


R. Amen.
Benediciamo il Signore.

R. Rendiamo grazie a Dio.
 

 

Sommario Liturgia


  www.maranatha.it

SESTRI LEVANTE (Genoa) Italy